Impianti sprinkler

AZG progetta e realizza sistemi automatici a sprinkler in conformità con le normative nazionali, europee e internazionali di riferimento quali:

UNI EN 12845

NFPA 13

La norma specifica i requisiti e fornisce le raccomandazioni per la progettazione, l’installazione e la manutenzione di impianti fissi antincendio sprinkler in edifici e in insediamenti industriali, ed i requisiti particolari per i sistemi sprinkler, che sono parte integrante delle misure per la protezione e la sicurezza delle persone. I sistemi di spegnimento Sprinkler, definiti anche sistemi automatici a pioggia, sono costituiti da una rete di tubazioni costantemente in pressione d’acqua, detti sistemi a umido, o d’aria, detti a sistemi a secco, a cui sono collegati gli ugelli chiusi da elementi sensibili al calore (sprinkler). In alternativa esiste un terzo tipo di sistema sprinkler definito a preazione.

Una caratteristica fondamentale di questo sistema è l’elevato grado di affidabilità dato dall’azionamento completamente automatico, in pratica un significativo aumento della temperatura aziona l’elemento sensibile al calore (bulbo o fusibile) posto sulla testina della valvola sprinkler, il quale in caso di incendio si espande all’interno, rompe il bulbo e lascia uscire l’acqua a pioggia su una superficie specifica in funzione della classe di rischio. Se l’incendio dovesse estendersi, altri sprinkler interverrebbero esclusivamente nella zona aggredita dal fuoco.

Gli impianti sprinkler sono impianti fissi ad acqua ad azionamento automatico che consentono di intervenire in modo localizzato sull’incendio sin dalle prime fasi del suo sviluppo. Trovano largo impiego nella protezione di grandi magazzini e depositi di materiale combustibile. Le tre tipologie di impianto sprinkler sono:

1

IMPIANTI SPRINKLER A SECCO

Gli impianti a secco si utilizzano solitamente nelle aree esterne dove sussistono possibili problemi di formazione di ghiaccio nelle tubazioni. L’ impianto viene mantenuto in pressione con aria compressa, la quale alla rottura di una testina degli ugelli erogatori, provoca un’immediata depressione che, aprendo la valvola di alimentazione dell’acqua, da inizio al processo di estinzione.

IMPIANTI SPRINKLER A UMIDO

Gli impianti ad umido al contrario vengono mantenuti in pressione dalla stessa acqua che all’apertura dello sprinkler per rottura di una testina degli ugelli erogatori inizierà il processo di estinzione. Questo sistema di estinzione è caratterizzato da un alto grado di tempestività, ragion per cui il suo utilizzo viene fortemente consigliato in tutti i casi in cui non sussistono problemi conseguenti alla formazione di ghiaccio.
11
11

IMPIANTI SPRINKLER A PREAZIONE

Sono sistemi particolari che, per essere attivati, necessitano l’intervento di un sistema indipendente e automatico di rivelazione di incendi che verifica la presenza di incendio prima di consentire l’intervento del sistema stesso. Si utilizzano nei siti dove la merce protetta è sensibile al danneggiamento da acqua.

Scopri di più sugli impianti sprinkler progettati da Azg!